venerdì 31 agosto 2018

OCCIDENTALI'S KARMA
Oggi è stato un giorno faticoso ne più ne meno degli altri. Ho corso come tutti (quasi) dall'alba al tramonto e ora mi sento dire da mia figlia che non ho tempo per lei, che i genitori devono stare con i figli.... Ora non è che lavoro a Cape Canaveral oppure alla CIA, ho un lavoro normale, il punto è che devo conciliare nelle 2/3 ore libere che mi rimangono tutto: portare Sofia a danza, fare la spesa nell'ora in cui lei sogna di diventare la Fracci (diciamo la Abbagnato vai, la Fracci ormai è andata a male) riprendi la figlia, portala a casa con una amichetta per farla giocare, prepara cena, dai da mangiare alle gatte, annaffia i fiori, spazza le macerie perché tra un sugo di pomodoro e il bucato da stendere, le piccole e innocenti etoile hanno demolito la casa... Insomma mi sembra di essere come Karate Kid quando il Maestro Kesuke Miyagi gli dice:
« Prima lava tutte le macchine. Poi le lucidi, con la cera. Devi dare la cera con la mano destra e la devi togliere con la sinistra. Dai la cera, togli la cera. Il respiro lo prendi con il naso e lo emetti dalla bocca. Dai la cera, togli la cera. Non dimenticare il respiro: è molto importante. » Ora io ho provato a respirare ma mi stava uscendo fuori il fuoco dal naso come un dragone tanto ero carica a pallettoni. Allora mi sono fermata e ho detto "Federica rifletti!!! Aumh.... E sono arrivata alla occlusione che siamo macchine da guerra, devi essere per forza Fast, perché se non sei Fast non sei Cool e se non sei Cool non ragioni con il pensiero Lean e se non ragioni con la Lean Thinking del modello Toyota non sei express... E poi, come se non bastasse, ci si mette anche Shakespeare:"Ogni mattina in Africa, come sorge il sole, una gazzella si sveglia e sa che dovrà correre più del leone o verrà uccisa. Ogni mattina in Africa, come sorge il sole, un leone si sveglia e sa che dovrà correre più della gazzella o morirà di fame. Ogni mattina in Africa, come sorge il sole,non importa che tu sia leone o gazzella, l’importante è che cominci a correre…”. Allora sapete cosa vi dico, in "cool" a Shakespeare, alla gazzella, al leone e al maestro Miyagi, io di correre non ne ho proprio voglia, tantomeno di dare la cera e di togliere la cera. Voglio passeggiare e non correre, voglio godermi il tragitto e non la meta!

Nessun commento:

Posta un commento