venerdì 31 agosto 2018

Dopo le zanzare tigri ci sono le figlie femmine. L’Esselunga ha pensato bene di mandare a tutte le famiglie una lettera, con tanto di cera lacca, dove Harry Potter invita i tuoi figli alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Con un entusiasmo quasi anormale porto la lettera a mia figlia che per inciso ha fuso, a son di vederli, i DVD dei primi due film di Harry Potter…Ignara di ciò che mi sarebbe capitato di li a poco esordisco con: “Amore, hanno scritto da Hogwarts, ti hanno preso alla scuola di magia!!!!” Lei mi guarda come se avesse visto H.T. e dopo un attimo di smarrimento mi fa leggere almeno 10 volte la lettera. Il problema è che viene posseduta da un entusiasmo misto a schizofrenia e mi dice : “Mamma annusa, la lettera, odora di zampe di gufo…e poi ci sono delle piccole piume..questo significa che non è stato il postino a portare la lettera ma il gufo di Hogwarts”. Io ovviamente sto al gioco e la gaso…”Si, lo sento pure io l’odore del gufo…..” e si va avanti così per un po’. Poi guarda la busta della lettera e vede le affrancature della posta e li inizia la trasformazione… si sdoppia e parla come Jessica Fletcher nella Signora in giallo. “Guarda che è stata la posta a mandare la lettera e non il gufo…ci sono i timbri postali”….come fa a sapere a 5 anni de timbri….cazzo molla e credici un attimo alle favole. “Mamma dimmi la verità!! È venuto il gufo o l’ha lasciata il postino la lettera? Se non mi dici la verità stasera mi rifiuto di mangiare…decidi te”. Siccome ci investo tantissimo sul dire la verità sempre e comunque, opto per questa strada (non sempre le bugie sono negative…) e, come un funambolo sull’orlo di cadere, le dico che l’ha portata il postino. Apriti cielo spalancati terra…. “Allora sei una bugiarda! Hai detto che sentivi l’odore delle zampe del gufo, che vedevi i peli delle piume del gufo….” Accidenti ai gufi (mi fanno anche paura oltretutto…)… “Scusa Sofia, la mamma credeva di giocare un po’ su questa cosa e ti ho fatto uno scherzetto…”. Silenzio….dopo un po’, e qui inizia la caduta a corpo libero senza paracadute come Manolo, mi dice “Mamma ti perdono per la bugia, tanto non ci credevo alla storia del gufo…tranquilla….però manda una mail a Hogwarts e senti come devo fare per andare a fare l’asilo la. Mi hanno invitato e quest’anno l’asilo non lo faccio a Montemagno ma da loro”. Gelo… “Tesoro…. non ci puoi andare perché è tutto finto, è un film, non esiste la scuola di Hogwarts” “Come non esiste?? Allora perché mi hai detto che sono stati loro a scrivermi la lettera!!!” ….vallo a spiegare ad una “Ermione dè nò artri”che è stata l’Esselunga a scrivere per farsi pubblicità giocando sulle illusioni dei bimbi…. Presa dai turchi, con il fiato in gola e la lingua felpata come all’esame di maturità dico “Guarda Sofia, andiamo all’Esselunga, ci facciamo dare il regalo che ci hanno promesso e chiediamo spiegazioni” (loro hanno fatto il danno loro lo risolveranno) “Io non lo voglio un semplice regalo, voglio la Nimbus 2000 (scopa volante) per volare nei cieli di Hogwarts”. Su questa affermazione mi ritrovo seduta per terra, spalle al muro, indecisa se chiamare la pediatra oppure il 118 per la neuro…o Don Antonio… Mi alzo in piedi come nell’esorcista, la prendo per le spalle, la guardo dritta negli occhi e le dico “Sofia!! Non esistono le scope volanti!!! Capito??” . Mi guarda come se invece di essere una bimba di 5 anni fosse l’avvocato Taormina e dice “E allora la befana con cosa vola secondo te??”. Non ha cenato, come aveva promesso, è andata a letto con la lettera dell’Esselunga sotto il cuscino e non ha più affrontato l’argomento. Ha capito che tra le due la più confusa ero io e non lei. Sono ben accetti consigli, proposte e offese…

Nessun commento:

Posta un commento